Dolcetti di carnevale

7 febbraio 2015

Le Chiacchiere sono parenti delle “Frictilia” Romane, dolci fritti nel grasso del maiale, che venivano consumate nei periodi di festa corrispondenti all’odierno carnevale.

Se venite a trovarci in questi giorni di febbraio le potete mangiare. Noi,  le friggiamo in abbondante olio di girasole biologico e le cospargiamo di ottimo zucchero a velo bio. Grazie alla loro facile preparazione ne possiamo preparare tante e così non lasciamo nessuno a bocca asciutta.

E’ così, si chiamano Chiacchiere perchè con pochi e semplici ingredienti si ottiene un gran numero di dolci, e come le chiacchiere se ne fan tante e con tanta facilità..tanti i nomi per ogni regione, in Piemonte vengono chiamate bugie, in Lombardia gale o gali, in Toscana anche cenci o sfruffoli, in Emilia Romagna si chiamano rosoni.



Condividi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *